IL PALIO

STORIA DEL PALIO

Il Palio del Niballo, nato in chiave moderna nel 1959, affonda le proprie radici storiche nel Medioevo faentino, dominato dalle lotte fra guelfi e ghibellini. La prima giostra di cui si hanno notizie è infatti la Giostra del Barbarossa, una quintana voluta nel gennaio 1164 dall’imperatore Federico Barbarossa, che voleva verificare la maestria dei faentini in battaglia, e per l’occasione era ospite di Enrico e Guido Manfredi, allora fra i maggiorenti della città. In quella occasione si giostrò con armi di legno, per ottemperare alle disposizioni della Chiesa, in un orto detto Broylo posto dietro la casa dei Manfredi, nell’attuale via Baroncini (Rione Giallo). L’avvenimento resta a lungo impresso nella memoria popolare e, dopo quella del Barbarossa, nei secoli si correranno a Faenza altre quattro giostre.

 

Visita il sito ufficiale del Niballo, Palio di Faenza

 

Questo slideshow richiede JavaScript.